Eso Società Benefit Arl, società specializzata nella gestione rifiuti

SISTRI: le imprese hanno bisogno di un sistema di tracciabilità nuovo

30/07/2015

sistri logo1

E' stata accolta con soddisfazione la decisione della Commissione Ambiente della Camera di chiedere al Governo, con la risoluzione recentemente approvata, la definizione di un sistema totalmente nuovo per la tracciabilità dei rifiuti.

La Camera ha detto che il SISTRI dovrà essere superato. Un segnale molto importante per migliaia di imprese che hanno bisogno di un sistema di tracciabilità nuovo, efficace e in grado di garantire la tutela dell'ambiente, senza costi pesanti e procedure assurde.

Il nuovo sistema dovrà avere un profilo pienamente istituzionale, dovrà essere basato sull'informatizzazione degli attuali adempimenti cartacei e, soprattutto, dovrà essere gestibile, con costi minimi, dall'intera platea delle imprese chiamate a tracciare i propri rifiuti, sfruttando le più moderne tecnologie.

Adesso si apre un nuovo capitolo nella lunga vicenda del SISTRI. In questi giorni, Consip, per conto del Ministero dell'Ambiente, ha infatti indetto la gara per affidare la concessione dei servizi di gestione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

Confartigianato e Rete Imprese Italia hanno partecipato alla consultazione pubblica indetta da Consip prima dell'avvio della gara. I rappresentanti della Confederazione hanno indicato i gravi problemi che finora hanno caratterizzato il SISTRI e hanno sollecitato nuovi criteri di tracciabilità dei rifiuti ispirati a semplicità, economicità, efficacia, capacità di garantire la tutela dell'ambiente, senza costi pesanti e procedure assurde per le imprese.

Il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti ha dichiarato che "con la gara Consip si apre, nel pieno rispetto dei tempi previsti, un nuovo corso per il SISTRI" e che entro la fine di quest'anno verrà raggiunto l'obiettivo prefissato obiettivo: quello di avere "un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti tecnologicamente avanzato, efficace e in grado di rappresentare per le imprese, le cui istanze sono state pienamente recepite, la garanzia di operare nella trasparenza e nella legalità".

Il mese scorso la Commissione Ambiente della Camera aveva chiesto la valutazione degli atti necessari per ridurre il contributo annuale di iscrizione al Sistema di tracciabilità dei rifiuti.

Ricordiamo che sono tre gli impegni a cui il Governo è stato chiamato da R.et.E Imprese Italia che il 25 marzo scorso ha elaborato e presentato una serie di proposte per un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti che garantisca controlli rigorosi, adeguati livelli di tutela dell'ambiente e la possibilità di non gravare con oneri inutili e penalizzanti sulle imprese, soprattutto le PMI, che producono o gestiscono rifiuti.

Secondo la nuova risoluzione, dunque, il Governo doveva:

1. valutare l'adozione di tutti gli atti necessari a ridurre adeguatamente il contributo annuale di iscrizione al SISTRI dal primo gennaio 2016 e fino alla piena operatività scorporandone la parte relativa agli oneri di costituzione del SISTRI e limitandolo solo a quelli di funzionamento. Il nuovo SISTRI sarà realizzato dal concessionario vincitore della gara, il cui bando è in corso di predisposizione da parte del Ministero dell'ambiente e di CONSIP S.p.a. e che dovrà semplificare le procedure del sistema di tracciabilità;

2. prevedere nella Convenzione di incarico a CONSIP che quest'ultima consideri le proposte presentate il 25 marzo 2015 da Rete Imprese Italia per un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti;

3. prevedere che CONSIP coinvolga le associazioni di categoria presenti nel costituito tavolo tecnico di monitoraggio e concertazione del SISTRI durante l'elaborazione del Bando di gara e poi nella fase del collaudo operativo.

Torna all'elenco delle news

Eso contatti

  • Via Giuseppe Ungaretti 27
    | 20090 OPERA MI

  • T (+39)02.530.111 R.A.
    F (+39)02.530.11.209

  • info@eso.it

Numeri verdi

  • Assistenza tecnica
  • informazioni commerciali
  • Servizio prese

Dati fiscali

  • Società Benefit arl
    Capitale Sociale Euro 300.000,00

  • P.IVA IT 13288930152 - C.F. 13288930152
    R.E.A. 1636344

  • PEC info@pec.esoweb.it

Iscrizioni albo

  • Iscritto all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
    Iscrizione n° MI31797 - Sezione Regione Lombardia

    Iscritto all'Albo Nazionale per il Trasporto Conto Terzi
    Iscrizione n° MI-0884798-E.

Certificazioni

certificazione ido 9001 + 14001 certificazione 18001 + ohsas
certificazioni it