Eso Società Benefit Arl, società specializzata nella gestione rifiuti

Dal 15 agosto 2015 diventano legge le norme in tema di gestione dei rifiuti

11/09/2015

gazzetta ufficiale

Con la pubblicazione (Gazzetta Ufficiale n. 188 del 14 agosto 2015, Suppl. Ord. n. 49) della Legge 6 agosto 2015, n. 125 di conversione del Decreto Legge 78/2015 cd. "Enti Locali" diventano operative le norme in tema di gestione dei rifiuti relative alle definizioni di "produttore di rifiuti", "raccolta" e "deposito temporaneo".

La legge di conversione comprende anche alcune modifiche al D.Lgs. 152/06 (Norme in materia Ambientale) già apportate con il Decreto Legge 4 luglio 2015, n. 92, questo concernente "Misure urgenti in materia di rifiuti e di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l'esercizio dell'attività d'impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale".

In pratica rimangono vigenti le modifiche apportate al D.Lgs. 152/06 con riferimento alle seguenti definizioni:

- lettera f) "produttore di rifiuti": il soggetto la cui attività produce rifiuti e il soggetto al quale sia giuridicamente riferibile detta produzione (produttore iniziale) o chiunque effettui operazioni di pretrattamento, di miscelazione o altre operazioni che hanno modificato la natura o la composizione di detti rifiuti (nuovo produttore).

Ciò significa che nella nozione di Produttore di rifiuti fa ingresso anche il Soggetto al quale sia giuridicamente riferibile la produzione dei rifiuti;

- lettera o) "raccolta": il prelievo dei rifiuti, compresi la cernita preliminare e il deposito preliminare alla raccolta, ivi compresa la gestione dei centri di raccolta di cui alla lettera "mm", ai fini del loro trasporto in un impianto di trattamento.

Ciò significa che il nuovo Decreto precisa che il deposito è solo quello preliminare alla raccolta;

- lettera bb) "deposito temporaneo": il raggruppamento dei rifiuti e il deposito preliminare alla raccolta ai fini del trasporto di detti rifiuti in un impianto di trattamento, effettuati, prima della raccolta, nel luogo in cui gli stessi sono prodotti, da intendersi quale l'intera area in cui si svolge l'attività che ha determinato la produzione dei rifiuti o, per gli imprenditori agricoli di cui all'articolo 2135 del codice civile, presso il sito che sia nella disponibilità giuridica della cooperativa agricola, ivi compresi i consorzi agrari, di cui gli stessi sono soci, alle seguenti condizioni: (...Omissis...).

Ciò significa che oltre al raggruppamento dei rifiuti, il deposito temporaneo comprende ora anche "il deposito preliminare alla raccolta ai fini del trasporto di detti rifiuti in un impianto di trattamento". Ed inoltre, per luogo di produzione dei rifiuti bisogna intendere "l'intera area in cui si svolge l'attività che ha determinato la produzione dei rifiuti".

La citata legge 125/2015, di conversione del D.L. 78/2015 (19 giugno 2015), ha ricompreso anche le suddette modifiche apportate dal D.L. 92/2015 (4 luglio 2015).

 

Torna all'elenco delle news

Eso contatti

  • Via Giuseppe Ungaretti 27
    | 20090 OPERA MI

  • T (+39)02.530.111 R.A.
    F (+39)02.530.11.209

  • info@eso.it

Numeri verdi

  • Assistenza tecnica
  • informazioni commerciali
  • Servizio prese

Dati fiscali

  • Società Benefit arl
    Capitale Sociale Euro 300.000,00

  • P.IVA IT 13288930152 - C.F. 13288930152
    R.E.A. 1636344

  • PEC info@pec.esoweb.it

Iscrizioni albo

  • Iscritto all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
    Iscrizione n° MI31797 - Sezione Regione Lombardia

    Iscritto all'Albo Nazionale per il Trasporto Conto Terzi
    Iscrizione n° MI-0884798-E.

Certificazioni

certificazione ido 9001 + 14001 certificazione 18001 + ohsas
certificazioni it