Eso Società Benefit Arl, società specializzata nella gestione rifiuti

Firmato il decreto per la bonifica di edifici pubblici dall'amianto

09/09/2016

c12fa965c8 b

Un decreto del Ministero dell'Ambiente assegna un totale di 17,5 milioni di euro (5,536 milioni per il 2016 e 6,018 milioni per ciascuno degli anni 2017 e 2018) per la bonifica di edifici pubblici da amianto e fissa i criteri per l'assegnazione delle risorse che alimentano l'apposito fondo istituito dalla Legge n. 221 del 28 dicembre 2015 (Collegato Ambientale).

Destinatari di questa misura saranno gli edifici pubblici nei quali debbono essere svolti interventi di rimozione e smaltimento dell'amianto e del cemento-amianto presente in coperture e manufatti.

I contributi saranno concessi in proporzione tra il 50 e il 100% del costo, al netto dell'Iva: sarà poi il ministero dell'Ambiente a stilare una graduatoria su base annuale delle richieste ammesse al contributo e relativa percentuale di ammissione, secondo criteri di priorità. Tra questi costituisce titolo preferenziale la collocazione in un raggio non superiore a 100 metri da asili, scuole, parchi giochi, strutture di accoglienza, ospedali e impianti sportivi. Altri criteri sono la presenza di un progetto definitivo/cantierabile attuabile in 12 mesi, l'esistenza di una segnalazione da parte degli enti di controllo sanitario o di tutela ambientale sulla presenza di amianto, la collocazione in un sito d'interesse Nazionale o la presenza nella mappatura dell'amianto.

Il progetto dovrà essere corredato da relazione tecnica, documentazione che attesti la presenza di materiali contenenti amianto, computo metrico dettagliato dei costi di bonifica e quadro economico riepilogativo. Una specifica dotazione verrà prevista per le scuole, al centro dell'impegno del governo. Proprio nelle scorse settimane il direttore per la Salvaguardia del Territorio e delle Acque del Ministero dell'Ambiente Gaia Checcucci e la coordinatrice della Struttura di missione per la riqualificazione dell'edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio Laura Galimberti hanno siglato un protocollo d'intesa che prevede un progetto pilota di telerilevamento attraverso il quale procedere ad una capillare mappatura dell'amianto negli edifici scolastici, cominciando da tre province: Alessandria, Pisa e Salerno.

Per i privati ci sarà un incentivo erogato sotto forma di credito d'imposta del 50% delle spese sostenute e ripartito in 3 quote annuali, a favore dei titolari di reddito d'impresa che effettuano interventi di bonifica dell'amianto su beni e strutture produttive.

L'investimento per essere incentivato dovrà essere di almeno 20.000 euro e avvenire sul territorio italiano. Ma qui il decreto attuativo ancora manca.

Per gli incentivi ai privati il limite di spesa complessivo della misura è di 5,667 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017, 2018 e 2019.

 

Torna all'elenco delle news

Eso contatti

  • Via Giuseppe Ungaretti 27
    | 20090 OPERA MI

  • T (+39)02.530.111 R.A.
    F (+39)02.530.11.209

  • info@eso.it

Numeri verdi

  • Assistenza tecnica
  • informazioni commerciali
  • Servizio prese

Dati fiscali

  • Società Benefit arl
    Capitale Sociale Euro 300.000,00

  • P.IVA IT 13288930152 - C.F. 13288930152
    R.E.A. 1636344

  • PEC info@pec.esoweb.it

Iscrizioni albo

  • Iscritto all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
    Iscrizione n° MI31797 - Sezione Regione Lombardia

    Iscritto all'Albo Nazionale per il Trasporto Conto Terzi
    Iscrizione n° MI-0884798-E.

Certificazioni

certificazione ido 9001 + 14001 certificazione 18001 + ohsas
certificazioni it