La newsletter di ESO
Seguici su Twitter Seguici su facebook Seguici su Google+ Seguici su Youtube Seguici su Linkedin


Rassegna del 19 Ottobre 2017
    

GoGreen Newsletter

Il nostro futuro energetico passa anche per il biodiesel


Il tempo dei carburanti fossili sta per finire a vantaggio dell’elettrico e dei biocarburanti – come il biodiesel – che permetteranno di costruire un futuro energetico rispettoso dell’ambiente. E il biodiesel è probabilmente la soluzione intermedia, in grado di garantire una transizione indolore verso un’economia dei trasporti davvero sostenibile ed ecologica.

Senza il biodiesel, infatti, sarebbe impossibile immaginare un futuro senza carburanti fossili e l’economia perderebbe un importante fonte di reddito; a sottolineare il concetto è un protagonista di parte – Assitol, l’associazione italiana dell’industria olearia – ma la sua analisi è obiettiva. Il biocombustibile è infatti essenziale per costruire un futuro energetico con costi minori per l’uomo e per l’ambiente e, già oggi, il suo impiego nei trasporti ha già ridotto fortemente le emissioni nocive, creando reddito e occupazione in agricoltura e nell’industria.

I buoni motivi per puntare sul biodiesel

Motivi per sostenere e scommettere sul biodiesel ce ne sono tanti: dalla sua origine vegetale, al risparmio in termini di costi ed energia. Dalle colture di semi oleosi nasce una filiera virtuosa che, partendo dalla produzione agroalimentare, arriva fino a quella di energia. Le farine proteiche sono l’ingrediente base della mangimistica italiana e sostengono le eccellenze alimentari nel settore lattiero-caseario e delle carni, mentre la parte oleosa dei semi è destinata sia alla produzione di oli alimentari sia a quella energetica. Fondamentale quindi il legame dell’industria dei biocarburanti con l’agricoltura: per la produzione del biodiesel, infatti, le aziende italiane utilizzano oli vegetali come soia, colza e girasole, ma anche grassi animali e persino oli esausti, in un’ottica di riuso e riciclo proprio del modello di economia circolare. Del seme oleoso non si butta nulla e si riutilizza tutto, in un circolo virtuoso.

I vantaggi ci sono naturalmente anche per gli agricoltori che sfruttano questa opportunità di avere un introito economico supplementare. Lo sviluppo del biodiesel contribuisce inoltre a combattere il fenomeno dell’abbandono delle aree coltivate (secondo i dati dell’Unione Europea, ogni anno il numero di terre lasciate incolte aumenta di 200mila ettari). Se vogliamo che la mobilità sia sempre più sostenibile – anche a breve termine – avremo bisogno di molta energia senza produrre emissioni nocive: ecco quindi che i biocarburanti, che hanno un impatto ambientale ridotto, rappresentano una soluzione vantaggiosa, nell’attesa che l’elettrico o l’idrogeno prendano piede stabilmente.

Alcuni dati a supporto dell’uso del biodiesel Parecchi studi, europei e statunitensi, hanno dimostrato da tempo che l’impiego del biodiesel determina una riduzione di anidride carbonica del 65% rispetto al diesel convenzionale, oltre che un forte calo di altre emissioni dannose per la nostra salute, come lo zolfo e le polveri sottili, in particolare le famigerate PMI10 e le PM2,5, che provocano l’inquinamento urbano e causano problemi all’organismo umano. Inoltre, il motore diesel sfrutta più del 50% del potere energetico del carburante, mentre quello a scoppio non arriva al 30%. La prima generazione di biocarburanti, estratti da semi oleosi, ha già portato un calo delle emissioni nel trasporto su strada pari al 35%, ed entro il 2017, la riduzione di queste stesse emissioni arriverà al 50%.


Fonte: Greenplanner.it, 6 Ottobre 2017




Torna alle notizie GOGREEN




Rassegna del 19 Ottobre 2017
 
8 di 14 della rassegna...
    
Sviluppo sostenibile, il Consiglio dei ministri approva la Strategia nazionale
Fonte: Greenreport.it, 2 Ottobre 2017

Turismo sostenibile, ecco le località italiane incluse nelle Top green destination 2017
Fonte: Rinnovabili.it, 13 Ottobre 2017

Il nostro futuro energetico passa anche per il biodiesel
Fonte: Greenplanner.it, 6 Ottobre 2017

Galletti: rafforzeremo l’ecobonus, e in visita in Germania presenta la strategia Italiana per l’economia circolare.
Fonte: Greenreport.it, 6 Ottobre 2017

Seme di Buon Antropocene. Il buon marketing della fine vita dei prodotti
Fonte: GreenplannerMagazine.it, 9 Ottobre 2017

14 bottiglie di plastica per fare una giacca: la moda sostenibile diventa cool
Fonte: BMag, 9 Ottobre 2017

Bilancio sociale obbligatorio, le imprese rendicontano la propria sostenibilità
Fonte: Nonsoloambiente.it, 16 Ottobre 2017

Battesimo dell’acqua per Seabin, l’aspirapolvere dei rifiuti marini
Fonte: Rinnovabili.it. 13 Ottobre 2017

Accedi alla rassegna completa
 

www.eso.it

Eso box
Invia ad un amico | Iscriviti alla Newsletter di ESO | Cancellati dalla newsletter
 
Privacy   |   Supporto

www.eso.it - info@eso.it