La newsletter di ESO
Seguici su Twitter Seguici su facebook Seguici su Google+ Seguici su Youtube Seguici su Linkedin


Rassegna del 15 novembre 2018
    

GoGreen Newsletter

6 modi in cui ognuno di noi può prevenire il cambiamento climatico


6 modi in cui ognuno di noi può prevenire il cambiamento climatico

Preoccupato per l'ambiente? Scienziati e ricercatori e si soffermano sulle best practice che possiamo sostenere per essere parte della soluzione al cambiamento climatico

Lo scorso ottobre, il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici, importante organismo internazionale di ricerca, ha pubblicato un rapporto allarmante. Lo studio ha rilevato che i paesi di tutto il mondo hanno solo 12 anni per ridurre il riscaldamento globale prima che raggiunga livelli catastrofici.

Ora che sappiamo che il tempo a disposizione sta per scadere, la domanda è: cosa possiamo fare?

CAPIRE COME IL CAMBIAMENTO CLIMATICO AVRÀ UN IMPATTO SU DI NOI

Se le attuali temperature globali superano 1,5° C, come ipotizza il rapporto, l'atmosfera surriscaldata darà luogo a fenomeni metereologici sempre più estremi, secondo quanto afferma Ben Strauss, capo scienziato di Climate Central, un'organizzazione che riporta i dati dei cambiamenti climatici. Possiamo aspettarci estati più calde e inverni più miti, che avranno un impatto diretto sulle colture alimentari e sulla sopravvivenza della fauna selvatica.

"Fa sempre più caldo, quindi possiamo aspettarci molti più giorni sopra i 32 o 35° C, a seconda di dove si vive", afferma Strauss.

Negli Stati Uniti occidentali secondo Strauss, ad esempio, i continui incendi boschivi avranno un impatto diretto sulla qualità dell'aria e sulla salute umana. Nel sud-ovest, la siccità porterà alla scarsità d'acqua, mentre l'est e il Midwest subiranno più tempeste di pioggia torrenziali. Le popolazioni nelle zone costiere orientali, specialmente nelle comunità a bassa quota, vedranno più inondazioni a causa di uragani più pesanti e più duraturi, che avranno un impatto sul valore delle loro case. Nel Nord-Est, il clima più caldo porterà più zecche e malattie nate dalle zanzare. La regione vedrà meno tempeste di neve, ma le tempeste diventeranno più intense a causa della maggiore umidità dell'aria.

Una cosa avrà sicuramente un impatto uguale ovunque, secondo lo scienziato: l'intensificarsi del caldo estivo.

COSA POSSIAMO FARE?

Concentrarsi sulle soluzioni, secondo Crystal Chissell, vicepresidente di Project Drawdown, una coalizione di ricercatori e scienziati che si occupano di soluzioni per il cambiamento climatico.

Chissell dice che le segnalazioni di un imminente destino catastrofico tendono a far sentire la gente comune senza speranza e a chiudersi.

"Faremo molto di più per risolvere il problema se ci concentriamo sulle soluzioni piuttosto che continuare a mettere in evidenza il problema", dice Chissell.

Project Drawdown ha recentemente messo insieme un rapporto che evidenzia 30 soluzioni comportamentali che la gente comune può adottare per combattere il cambiamento climatico. Le tre principali includono la riduzione degli sprechi di cibo, l'adozione di una dieta ricca di piante e il minor consumo di energia e di acqua.

6 COSE CHE SI POSSONO FARE PER COMBATTERE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

1) SPRECARE MENO CIBO
Secondo l'Agenzia per la protezione dell'ambiente, il metano proveniente da attività agricole, gestione dei rifiuti e uso dell'energia è la seconda causa di cambiamento climatico dopo i combustibili fossili.
Ridurre lo spreco di cibo è la prima azione che i consumatori possono mettere in atto per ridurre significativamente il loro impatto sul clima, secondo il rapporto Project Drawdown.
"Il cibo che viene smaltito crea metano con un impatto sui gas serra notevole, perché il metano è un gas serra molto forte", dice Chissell. "Ed è per questo che ridurre gli sprechi alimentari ha un impatto tanto significativo."
Lo spreco di cibo si verifica quando non compriamo un prodotto perché ha difetti o è deformato, quando scartiamo il cibo perché è un giorno dopo la data di scadenza, o perché semplicemente non riusciamo mai a mangiarlo.

2) MANGIARE MENO CARNI ROSSE ALLEVATE IN FABBRICA
Gli allevamenti in fabbrica alimentano le mucche con i cereali e questo tipo di alimentazione causa il rilascio di metano nell'aria attraverso i gas emessi dagli animali.
"In realtà non è naturale per il loro sistema digestivo, quindi crea più metano", spiega Chissell.
Chissell dichiara che l'adozione di una dieta ricca di vegetali, e mangiare più carne da allevamenti biologici dove gli animali sono alimentati con diete naturali, può aiutare a ridurre il metano. "Non è nemmeno necessario essere vegani o vegetariani", dice, "sarebbe sufficiente ridurre la quantità di carne che consumiamo e consumare più cibi a base vegetale".

3) CONSUMARE MENO ENERGIA E ACQUA
"È assolutamente indispensabile ridurre anche il consumo energetico", dice Chissell. "Per esempio, il passaggio alle lampadine a LED - che ha un impatto molto forte, così come qualsiasi misura che possa ridurre il consumo idrico domestico".
Secondo Chissell, ci sono una serie di azioni che si possono intraprendere per ridurre il consumo di acqua, tra cui l'acquisto di soffioni doccia a basso flusso e rubinetti per lavelli, docce più corte e il lavaggio a pieno carico della biancheria.

4) INCONTRARE I PROPRI RAPPRESENTANTI
Secondo Flannery Winchester, coordinatore delle comunicazioni della Citizens' Climate Lobby, un'organizzazione che si concentra sulle politiche nazionali che affrontano il cambiamento climatico, dichiara: "Se la gente non comunica con le persone che sono state elette a loro rappresentanza, allora quelle persone non daranno priorità a questi temi".
Molti credono che i funzionari eletti non saranno influenzati dalle loro preoccupazioni, ma è proprio quando si fa pressione sui propri rappresentanti che il cambiamento avviene.
Ad esempio, Winchester afferma che gli elettori hanno influenzato sia i Democratici che i Repubblicani della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti a riunirsi per creare il Climate Solutions Caucus, un gruppo bipartisan focalizzato sulle soluzioni per il cambiamento climatico.
"Le cose si muovono davvero", dice Winchester, "ed è perché la gente impiega il proprio tempo per parlare con i membri del Congresso".

5) APRIRE UN DIALOGO E TROVARE UN TERRENO COMUNE
Mentre c'è un grande consenso tra gli scienziati sul fatto che il cambiamento climatico sta avvenendo, alcune persone possono ancora dubitare che sia reale, o vedere le politiche sul cambiamento climatico come "assassini del lavoro".
Il modo in cui le persone parlano con gli altri dei cambiamenti climatici è importante per risolvere il problema. Non si può evitare di discutere del cambiamento climatico come se si trattasse di una questione a parte.
"Ascolta davvero, fai domande aperte e concentrati sulla ricerca di un terreno comune", consiglia Winchester. Per esempio, se qualcuno teme che la politica sul cambiamento climatico possa danneggiare i posti di lavoro nell'industria carboniera, riorienta la conversazione su come le politiche sul cambiamento climatico possano creare nuovi posti di lavoro, ad esempio.
"Concentrarsi su un terreno comune di dialogo è la cosa principale che ti permetterà di introdurre nuove informazioni nella conversazione", dichiara Winchester.

6) FARE VOLONTARIATO
Un modo per essere parte della soluzione è quello di entrare a far parte di un'organizzazione senza scopo di lucro che si concentri sull'aiuto all'ambiente.

 

Nunzia Vallozzi

Ufficio Stampa Web - ESO

 

Fonte e photo credits: NBC NEWS




Torna alle notizie GOGREEN




Rassegna del 15 novembre 2018
 
8 di 23 della rassegna...
    
DA ECOMONDO: ESO presenta i nuovi servizi back to work, esosport balls e l'impianto di ESO RECYCLING


A Genova prosegue la raccolta di vecchie scarpe sportive: dall’upcycling nasce un nuovo “Giardino di Betty” presso i Giardini Marco e Dino Risi in Corso Firenze


VOTA L'Associazione Gogreen - onlus, candidata al Premio AICA, l'Oscar della Comunicazione Ambientale 2018


SEME DEL BUON ANTROPOCENE: Presentato il primo “impianto eolico di comunità”. ènostra: “Lavoriamo a un modello dal basso, sganciato dalle dinamiche del petrolio”
Fonte: GREENEWS, 6 novembre 2018

DA ECOMONDO: Economia, il futuro è sempre più circolare: Italia in pole position in Europa
Fonte: QuiFinanza, 10 novembre 2018

DA ECOMONDO: Il “fishing for litter” per combattere la plastica nei fondali
Fonte: WISE SOCIETY, 12 novembre 2018

Ci sarà abbastanza acqua in futuro?
Fonte: Focus, 12 novembre 2018

Raccolta differenziata e riciclo: benefici e vantaggi
Fonte: sky tg24, 12 novembre 2018

Accedi alla rassegna completa
 

www.eso.it

Eso box
Invia ad un amico | Iscriviti alla Newsletter di ESO | Cancellati dalla newsletter
 
Privacy   |   Supporto

www.eso.it - info@eso.it