La newsletter di ESO
Seguici su Twitter Seguici su facebook Seguici su Google+ Seguici su Youtube Seguici su Linkedin


Rassegna del 11 Luglio 2019
    

GoGreen Newsletter

Stella McCartney: 'Non lavo i miei vestiti per rispettare l’ambiente’. La stilista non è un’amante delle tintorie perché ha paura dei solventi chimici, ma non è favorevole anche ad altri tipi di lavaggio


Stella McCartney: 'Non lavo i miei vestiti per rispettare l’ambiente’. La stilista non è un’amante delle tintorie perché ha paura dei solventi chimici, ma non è favorevole anche ad altri tipi di lavaggio

Stella McCartney non lava i suoi vestiti per non nuocere all’ambiente. La stilista 47enne al Guardian confessa il suo stile di vita eco-sostenibile per il bene del pianeta. Sposata da quasi 16 anni con l'editore Alasdhair Willis, mamma di quattro figli: due maschi, Miller e Beckett, di 14 e 11 anni, e due femmine, Bailey e Reiley, 12 e 8, Stella ammette di non essere una fan del lavaggio a secco ma non solo: “Di qualsiasi altro tipo di lavaggio in generale”.

Lava poco i vestiti, è attenta all’ambiente in cui vive, lo rispetta. Il suo credo è “non lavare nulla, a meno che non lo si debba fare per forza”. “Pur essendo una persona molto attenta all'igiene, non amo il lavaggio a secco né, per la verità, altri tipi di lavaggi - confessa Stella McCartney al Guardian - e di conseguenza non cambio il reggiseno tutti i giorni o metto le cose in lavatrice solo perché le ho indossate. Per quanto riguarda un abito su misura, la regola generale è che non deve essere lavato né toccato, ma si lascia seccare lo sporco e poi si spazzola via. Fondamentalmente, il concetto base è che se non devi lavare qualcosa per forza, non lavarla”.

Contraria a tutto quello che è di origine animale, vegana convinta, Stella McCartney non lava i vestiti se non è assolutamente necessario per rispettare l’ambiente. Poi rivela: “Le persone che mi stanno vicino tendono in genere a non indossare capi o accessori in pelle”. Sa che nel mondo della moda la sua scelta eco-sostenibile la limita molto nella scelta dei materiali e ammette: “Se anche gli altri fossero attenti alla causa eco-sostenibile, allora saremmo tutti alla pari,  ma si tratta di una mia scelta e credo molto nelle ragioni che mi spingono a lavorare in questo modo. In fondo, non è che io sia qui per vivere una vita facile”.

 

photo credits:
Erik Madigan Heck / Shot on Google Pixel 3




Torna alle notizie GOGREEN




Rassegna del 11 Luglio 2019
 
8 di 8 della rassegna...
    
Canon: perché un’azienda sostenibile è un’azienda di successo
news.google.com

La sostenibilità, le prediche di Greta e l'autonomia amministrativa delle città
huffingtonpost.it

Energie rinnovabili: firmato il decreto con le agevolazioni! Incentivi per eolico, fotovoltaico, idroelettrico
www.ingenio-web.it

Cambiamento climatico: Londra calda come Barcellona entro il 2050
http://www.rinnovabili.it

Energia eolica potrebbe fornire 10 volte il fabbisogno energetico dell’intera Europa
notiziescientifiche.it

La Francia introdurrà una tassa sui biglietti aerei
AP Photo/Christophe Ena, File

Come avere mucche che producano meno metano (per combattere il cambiamento climatico)
www.wired.it

SEME DEL BUON ANTROPOCENE - Per la prima volta nella storia degli Stati Uniti le rinnovabili superano il carbone
www.lifegate.it

Accedi alla rassegna completa
 

www.eso.it

Eso box
Invia ad un amico | Iscriviti alla Newsletter di ESO | Cancellati dalla newsletter
 
Privacy   |   Supporto

www.eso.it - info@eso.it