La newsletter di ESO
Seguici su Twitter Seguici su facebook Seguici su Google+ Seguici su Youtube Seguici su Linkedin


Rassegna del 9 Gennaio 2020
    

GoGreen Newsletter

Itinerari tra storia e ambiente dedicati a cicloturisti e pedoni


Itinerari tra storia e ambiente dedicati a cicloturisti e pedoni

Pettinari (Uisp) sta lavorando per portare a compimento nei prossimi mesi due grandi percorsi per un totale di 800 chilometri, con l’aiuto dei Comuni.

Il grande Giro della Maremma, un progetto sognato e ideato dalla Uisp potrebbe prendere corpo e addirittura arrivare a compimento nel corso del 2020. A ipotizzare tale eventualità è Giovanni Pettinari, il coordinatore del cicloturismo della Uisp Grosseto che da anni sogna di poter realizzare tale circuito riservato ai pedoni ma soprattutto ai cicloturisti che permetterebbe di avere un percorso di circa 800 chilometri ricchi di storia, fascino e ambiente. Pettinari ha coinvolto tutte le amministraqzioni comunali i cui territori sarebbero attraversati dal percorso e che devono coordinarsi fra di loro per dare il via al progetto.

La prima tranche riguarda una traversata con partenza da Follonica e arrivo a Chiusi con il punto di unione rappresentato dal tragitto ferroviario percorso anche dal Treno natura nel tratto fra le stazioni di Monte Antico e Sant’Angelo Scalo.

Il secondo percorso prevede la partenza a Buonconvento e l’arrivo a Orbetello. In questo caso sarebbero attraversati numerosi territori comunali come Montalcino, Cinigiano, Arcidosso, Santa Fiora, quindi il passaggio nel comune di Proceno in provincia di Viterbo da cui si entrerebbe nella via Francigena per un tratto, per poi prendere la via Gregoriana individuata dal comune di Sorano. La via Gregoriana era la antica via di comunicazione tra la via Francigena e la via Clodia ma nel caso del Giro della Maremma il percorso prevede una volta arrivati a Sorano di deviare in una strada sterrata che dalle terme di Sorano arriva nel territorio comunale di Pitigliano attraverso il sentiero Prochio. Tale sentiero è particolarmente suggestivo poiché su un lato scorre l’omonimo torrente e sull’altro lato si erge una suggestiva parete di tufo.

Da Pitigliano il tracciato raggiunge Manciano attraverso un percorso Ret, ovvero un percorso della Rete Escursionistica Toscana che è già recensito come percorso fattibile che si ricongiunge alla strada per attraversare il fiume Fiora passando attraverso la località Poggio Buco contraddistinta dalle numerose tombe etrusche presenti. Da questo punto il tragitto si interseca con il tracciato già predisposto per la traversata vetta-mare e si arriva fino a Capalbio, si lambisce il lago di Burano per dirigersi verso Ansedonia, l’antica città di Cosa e la Feniglia da dove si sale in direzione del Monte Argentario per poi dirigersi verso la stazione ferroviaria di Orbetello Scalo grazie alla pista ciclo-pedonale già esistente.

Ovviamente nelle intenzioni dei promotori c’è anche quella di posizionare adeguata cartellonistica per il riconoscimento del tracciato, delle strutture turistico ricettive, con l’indicazione di punti paesaggistici, delle attrazioni culturali e anche con la segnalazione di dove sarà possibile avere approvvigionamento idrico e pure con la segnalazione di incroci per varianti o altri percorsi fruibili.

Il progetto è sicuramente impegnativo e ambizioso ma Giovanni Pettinari mostra di crederci: «Il 2020 sembra quasi un anno da tandem che richiama il ciclismo - dice il coordinatore del settore cicloturismo Uisp - sarebbe fantastico poterlo festeggiare con la realizzazione di tale percorso che rappresenterebbe una svolta per tutto il territorio della Maremma».


Foto di GFXTemplate da Pixabay




Torna alle notizie GOGREEN




Rassegna del 9 Gennaio 2020
 
8 di 21 della rassegna...
    
Itinerari tra storia e ambiente dedicati a cicloturisti e pedoni
iltirreno.gelocal.it

Ambiente e questione femminile: i grandi temi della musica dei nuovi anni Venti - di Filippo Mei
huffingtonpost.it

Street style e ambiente: a Pitti Uomo la priorità è proteggere il pianeta - di Andrea Cianferoni
affaritaliani.it

I consigli per viaggiare in modo sostenibile senza danneggiare l’ambiente
siviaggia.it

100% rinnovabili tagliando tutti i costi del 91%: come si può fare in 143 Paesi
qualenergia.it

Creval il calendario 2020: Innovare per crescere in modo sostenibile
greenretail.news

Emergenza clima e cambiamenti climatici, ecco il bilancio del 2019
legambiente.it

Rifiuti, schiacciare (bene) una bottiglia di plastica fa la differenza
greenreport.it

Accedi alla rassegna completa
 

www.eso.it

Eso box
Invia ad un amico | Iscriviti alla Newsletter di ESO | Cancellati dalla newsletter
 
Privacy   |   Supporto

www.eso.it - info@eso.it