La newsletter di ESO
Seguici su Twitter Seguici su facebook Seguici su Google+ Seguici su Youtube Seguici su Linkedin


Rassegna del 7 Agosto, 2020
    

GoGreen Newsletter

End of waste, dopo 4 anni il decreto sulla gomma riciclata è arrivato con «diverse imprecisioni e limitazioni»


End of waste, dopo 4 anni il decreto sulla gomma riciclata è arrivato con «diverse imprecisioni e limitazioni»

Unirgom: «Ci auguriamo che il ministero voglia prendere in considerazione un rapido aggiornamento del decreto appena pubblicato»

Dopo una gestazione durata quasi quattro anni è stato finalmente pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto End of waste per disciplinare in modo omogeneo sul territorio nazionale la cessazione della qualifica di rifiuto della gomma vulcanizzata derivante da pneumatici fuori uso, necessaria per la commercializzazione e il suo impiego come prodotto. Ma i problemi non sembrano finiti.

Secondo Unirgom, l’Unione nazionale delle imprese che effettuano la frantumazione ed il trattamento degli pneumatici fuori uso (Pfu) e che aderisce a Fise Unicircular, con il decreto è stato compiuto «un nuovo positivo passo per l’industria del riciclo che però comporterà inevitabilmente difficoltà applicative ed oneri a carico delle imprese del settore, da individuare, valutare ed affrontare fin dalle prime fasi di implementazione per porre in essere opportune misure e soluzioni. Il decreto presenta inoltre diverse imprecisioni e alcune limitazioni alla possibilità di generare nuovi prodotti dagli pneumatici dismessi, non sufficientemente motivate né da un punto di vista tecnico, né ambientale».

L’associazione di categoria cita ad esempio la necessaria riorganizzazione delle aree di stoccaggio della cosiddetta gomma vulcanizzata granulare (Gvg) che cessa di essere rifiuto, un’operazione che paradossalmente potrà implicare anche la riduzione dei quantitativi gestibili.

Un’altra importante limitazione riguarda l’esclusione dalla produzione di End of Waste dei Pfu derivanti da stock storici e abbandonati o sotterrati, che potrebbe precludere l’utilizzo di pneumatici perfettamente utilizzabili per la produzione di Gvg. Perché tagliare fuori dalle possibilità di riciclo pneumatici correttamente stoccati e magari abbandonati all’interno di magazzini a seguito di un fallimento o altro evento occorso a chi era tenuto alla loro gestione?

Ancora: il decreto presenta un riduttivo elenco dei possibili utilizzi della gomma rispetto a futuri impieghi non ancora esplorati, ma ammissibili. In particolare, poi, le indicazioni sull’utilizzo negli “strati inferiori di superfici ludico sportive”, se interpretate in senso restrittivo, potrebbero precludere numerosi attuali utilizzi di granulo e polverino, riducendo così le percentuali di recupero di materia della gomma.

«Nonostante le nostre numerose segnalazioni in sede di confronto con il ministero dell’Ambiente – commentano da Unirgom – questi nodi sono rimasti irrisolti e rappresentano, pur nel positivo quadro della pubblicazione del decreto EoW, un freno all’ulteriore sviluppo dell’industria del riciclo della gomma vulcanizzata da Pfu ed all’aumento della destinazione a riciclo di materia rispetto a quella del recupero energetico. Ci auguriamo che il ministero voglia prendere in considerazione un rapido aggiornamento del decreto appena pubblicato».




Torna alle notizie GOGREEN




Rassegna del 7 Agosto, 2020
 
8 di 14 della rassegna...
    
#EViaggioItaliano, il nuovo tour elettrico per il rilancio del turismo sostenibile
greencity.it

Scioglimento dei ghiacci: ecco quanto il fenomeno inficia sul nostro pianeta - di Guglielmo Allochis
biopianeta.it

Il consumo di suolo avanza in Italia al ritmo di 2 metri quadrati al secondo, Rapporto Ispra
fondazionesvilupposostenibile.org

Sussidi alla geotermia, per il ministero dell’Ambiente sono tutti 'ambientalmente favorevoli'
greenreport.it

Rifiuti:Consorzio imballaggi (Conai), Ruini nuovo presidente
ansa.it

Maltempo, Gruppo Cap: 'Da Recovery Fund è opportunità per sicurezza idraulica'
affaritaliani.it

Olio di cocco e danni all'ambiente: le prime reazioni
focus.it

Il Bangladesh scompare sott’acqua Milioni di sfollati - di Alessandra Muglia
corriere.it

Accedi alla rassegna completa
 

www.eso.it

Eso box
Invia ad un amico | Iscriviti alla Newsletter di ESO | Cancellati dalla newsletter
 
Privacy   |   Supporto

www.eso.it - info@eso.it