ESO - Società Benefit arl - P.IVA IT 13288930152
cover-small
Home / Normative /Commissione Ue: pubblicato il documento di riesame delle politiche ambientali 2022: risultati non confortanti

16/09/2022

Commissione Ue: pubblicato il documento di riesame delle politiche ambientali 2022: risultati non confortanti

Il documento di riesame delle politiche ambientali 2022, pubblicato dalla Commissione europea esprime un dato alquanto allarmante: solo 5 Stati su 27 hanno ridotto la produzione di rifiuti urbani a decorrere dal 2014.

 

La Commissione europea, dunque, prende atto che la produzione di rifiuti urbani è aumentata quasi ovunque dal 2014. Ciò, concludono, significa che le politiche di prevenzione non funzionano.

 

Come è stato riassunto nel documento di riesame della Commissione europea, non sono stati completamente adempiuti gli obblighi della Direttiva 1999/31/Ce – ossia la Direttiva “Discariche” – mediante ad es. la chiusura di quelle illegali, nonché le operazioni di bonifica e trattamento dei rifiuti prima del conferimento in discarica).

 

Il documento ha inoltre elencato quali Stati membri sono sottoposti a procedura di infrazione in violazione di tale obbligo: si tratta di 12 Stati membri su 27, tra i quali è presente anche l'Italia.

 


Altro settore verificato e monitorato dalla Commissione europea riguarda la qualità dell’acqua potabile, nel rispetto della Direttiva 1998/83/Ce. Politica e disciplina generalmente attuata, ma non certamente ritenuta superata.

 

Infine, la Commissione europea non ha potuto non considerare un altro tema caldo: in molti Stati membri, tra cui l’Italia, le acque reflue urbane non sono ancora raccolte e trattate come dovrebbero. Questo ha comportato l’attivazione di un’ulteriore procedura di infrazione per 19 su 27 Stati membri, alcuni dei quali – come l'Italia – sono stati condannati a pagare sanzioni pecuniarie.

 

Francesca Allocco

avvocato esperto di diritto ambientale