Eso Società Benefit Arl, società specializzata nella gestione rifiuti

L'Italia recepisce la direttiva UE sull'efficienza energetica

31/07/2014

230

Con il decreto legislativo del 4 luglio 2014, n.102, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio scorso, l'Italia ha recepito, con un mese di ritardo, la direttiva europea numero 27 del 2012 in materia di efficienza energetica.

Secondo quanto stabilito dall'UE, entro il 2020 ciascuno Stato membro dovrà ridurre i consumi di energia del 20%, risparmiando 68 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio, pari a 4279 terawatt/ora.

L'Italia utilizzerà le risorse del Fondo Nazionale per l'Efficienza Energetica, per raggiungere questo traguardo: per il 2014 verranno erogati finanziamenti e garanzie per un totale di 5 milioni di euro, che saliranno a 25 milioni nel corso del 2015.

Le altre risorse dovrebbero provenire dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. Il Governo potrebbe attingere anche ai fondi inutilizzati per il teleriscaldamento, che si trovano nella Cassa conguaglio per il settore elettrico.

Tra gli interventi principali figurano la riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare dell'amministrazione pubblica italiana. Per quanto riguarda le grandi imprese private, invece, ogni 4 anni scatterà l'obbligo di sottoporsi a diagnosi energetiche effettuate da enti terzi certificati.

Saranno esentate, ovviamente, le aziende che hanno già provveduto alla certificazione ambientale. Le piccole e medie imprese, invece, godranno del supporto delle Regioni per mettersi in regola.

Sono previste disposizioni che mirano ad accrescere la consapevolezza dei consumi energetici nei cittadini attraverso una fatturazione fondata sul consumo reale e non più sulla progressività rispetto ai consumi e l'obbligo per gli esercenti l'attività di misura di fornire agli utenti contatori individuali che misurino con precisione il loro consumo effettivo e forniscano informazioni sul tempo effettivo d'uso.

Sono state introdotte anche importanti norme per la diffusione delle informazioni e per la formazione di imprese, pubbliche amministrazioni, cittadini e studenti.

L'Italia dovrà presentare una relazione annuale per aggiornare l'Unione sui progressi compiuti. Secondo le stime dell'ENEA, il recepimento della direttiva UE sull'efficienza energetica, secondo le stime dell'ENEA, frutterà all'Italia risparmi per 20 miliardi di euro all'anno e la creazione di 400mila nuovi posti di lavoro.

 

Torna all'elenco delle news

Eso contatti

  • Via Giuseppe Ungaretti 27
    | 20090 OPERA MI

  • T (+39)02.530.111 R.A.
    F (+39)02.530.11.209

  • info@eso.it

Numeri verdi

  • Assistenza tecnica
  • informazioni commerciali
  • Servizio prese

Dati fiscali

  • Società Benefit arl
    Capitale Sociale Euro 300.000,00

  • P.IVA IT 13288930152 - C.F. 13288930152
    R.E.A. 1636344

  • PEC info@pec.esoweb.it

Iscrizioni albo

  • Iscritto all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
    Iscrizione n° MI31797 - Sezione Regione Lombardia

    Iscritto all'Albo Nazionale per il Trasporto Conto Terzi
    Iscrizione n° MI-0884798-E.

Certificazioni

certificazione ido 9001 + 14001 certificazione 18001 + ohsas
certificazioni it