Eso Società Benefit Arl, società specializzata nella gestione rifiuti

Il decreto "Enti territoriali" è diventato legge: novità per i rifiuti

14/08/2015

rifiuti tossici

Il 4 agosto 2015 l'Aula della Camera ha approvato la questione di fiducia posta dal governo al disegno di legge di conversione in legge del decreto sugli enti territoriali, già approvato dal Senato.

Le novità in tema di rifiuti e di AIA originariamente contenute negli artt. 1 e 2, D.L. n. 92/2015 (c.d. D.L. Salva aziende) sono transitate all'interno del D.D.L. di conversione del D.L. n. 78/2015 ("Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, recante disposizioni urgenti in materia di enti territoriali", c.d. "Enti Territoriali"), sul quale la Camera ha votato, in data 4 agosto 2015, la questione di fiducia ed attualmente in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Rimangono le modifiche originariamente apportate dal D.L. n. 92/2015 alle nozioni di definizioni di "produttore di rifiuti", "raccolta" e "deposito temporaneo" di rifiuti di cui all'art. 183, comma 1, D.L.vo n. 152/2006, così come le modifiche all'art. 29, comma 3, D.L.vo n. 46/2014 in tema di tempistiche autorizzative AIA.

Si segnala inoltre che nel D.L. Enti territoriali è stata inserita una previsione destinata ad impattare sulle attività di attribuzione delle caratteristiche di pericolosità ai rifiuti: si legge infatti che "Allo scopo di favorire la corretta gestione dei Centri di raccolta comunale per il conferimento dei rifiuti presso gli impianti di destino, nonché per l'idonea classificazione dei rifiuti, nelle more dell'adozione, da parte della Commissione europea, di specifici criteri per l'attribuzione ai rifiuti della caratteristica di pericolo HP 14 "ecotossico", tale caratteristica viene attribuita secondo le modalità dell'Accordo europeo relativo al trasporto internazionale delle merci pericolose su strada (ADR) per la classe 9 - M6 e M7".

Da evidenziare infine anche alcune novità in materia di TARI e TARES: risulta infatti essere stata estesa anche a quest'ultima la facoltà, riconosciuta ai Comuni, di affidare l'attività di accertamento al soggetto gestore dei rifiuti. Prima di questa novità, introdotta con l'art. 7, comma 4, del D.L. 78/2015, gli accertamenti TARES 2013 potevano essere effettuati direttamente dal Comune o affidati ad un concessionario iscritto all'apposito Albo. La nuova disposizione non ha efficacia retroattiva.

Allo stato attuale si attende dunque la pubblicazione della legge di conversione del D.L. n. 78/2015 in Gazzetta Ufficiale e la conseguente entrata in vigore delle nuove norme.

 

Torna all'elenco delle news

Eso contatti

  • Via Giuseppe Ungaretti 27
    | 20090 OPERA MI

  • T (+39)02.530.111 R.A.
    F (+39)02.530.11.209

  • info@eso.it

Numeri verdi

  • Assistenza tecnica
  • informazioni commerciali
  • Servizio prese

Dati fiscali

  • Società Benefit arl
    Capitale Sociale Euro 300.000,00

  • P.IVA IT 13288930152 - C.F. 13288930152
    R.E.A. 1636344

  • PEC info@pec.esoweb.it

Iscrizioni albo

  • Iscritto all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
    Iscrizione n° MI31797 - Sezione Regione Lombardia

    Iscritto all'Albo Nazionale per il Trasporto Conto Terzi
    Iscrizione n° MI-0884798-E.

Certificazioni

certificazione ido 9001 + 14001 certificazione 18001 + ohsas
certificazioni it