Eso Società Benefit Arl, società specializzata nella gestione rifiuti

Stanchi delle cattive notizie del 2017? Ecco quelle buone

29/12/2017

.12.28 buone notizie jacob 8

Le cattive notizie vendono: è un dato di fatto. Perché? È una linea editoriale dei media che risponde a esigenze commerciali e di marketing o semplicemente un riflesso della nostra preferenza per le cattive notizie? Forse è una “sbronza evolutiva”, così commenta boredpanda, nella quale reagiamo con forza a ciò che percepiamo come una minaccia alla nostra sopravvivenza. Ad ogni modo, sono molte le buone notizie che possono contribuire a un recupero di fiducia nel genere umano, basta non farsele sfuggire. Ricavare un po’ di tempo nelle nostre giornate per cercare buone notizie e diffonderle nei nostri canali di comunicazione, potrebbe diventare una buona pratica con la quale contribuire alla ricostruzione di un senso di fiducia collettivo. Come ha fatto Jacob Atkins, un giovane studente della University of Iowa, che, stanco di tutte le cattive notizie del 2017, ha pubblicato sul suo account Twitter una carrellata di buone notizie dell'anno.

Gli scienziati hanno trovato un modo per rigenerare alcune porzioni della Grande Barriera Corallina.

Non appena la nuova sede centrale di Amazon sarà completata, verrà allestito uno spazio destinato a ospitare 200 senza tetto.

Il leopardo delle nevi non è più in via di estinzione.

L’AIDS non è più la prima causa di morte in Africa.

La popolazione delle api da miele è aumentata del 27% nel 2017. I ricercatori hanno anche trovato un insetticida che non uccide le api.

Una fabbrica di scarpe in Argentina produce scarpe da pneumatici riciclati e assume solo donne provenienti dalle zone rurali.

73 milioni di alberi saranno piantati nella foresta amazzonica nei prossimi 6 anni. Il futuro Primo Ministro della Nuova Zelanda vuole piantare 100 milioni di alberi il prossimo anno.

Il tasso di criminalità è diminuito del 2,7% quest’anno.

Il tasso di lavoro minorile si è ridotto di circa la metà dal 2000.

Nel Lexington Kentucky, chi prende una multa stradale può pagarla donando prodotti in scatola alle banche alimentari locali.

Alla fine del primo quarto della partita di football della University of Iowa, i tifosi si sono alzati e hanno dedicato una ola da stadio ai bambini ricoverati nell’ospedale dall’altra parte della strada.

 

Torna all'elenco delle news

Eso contatti

  • Via Giuseppe Ungaretti 27
    | 20090 OPERA MI

  • T (+39)02.530.111 R.A.
    F (+39)02.530.11.209

  • info@eso.it

Numeri verdi

  • Assistenza tecnica
  • informazioni commerciali
  • Servizio prese

Dati fiscali

  • Società Benefit arl
    Capitale Sociale Euro 300.000,00

  • P.IVA IT 13288930152 - C.F. 13288930152
    R.E.A. 1636344

  • PEC info@pec.esoweb.it

Iscrizioni albo

  • Iscritto all'Albo Nazionale Gestori Ambientali
    Iscrizione n° MI31797 - Sezione Regione Lombardia

    Iscritto all'Albo Nazionale per il Trasporto Conto Terzi
    Iscrizione n° MI-0884798-E.

Certificazioni

certificazione ido 9001 + 14001 certificazione 18001 + ohsas
certificazioni it